A Roma la prima maratona interreligiosa

0
555
maratona interreligiosa

Pace, integrazione, inclusione, solidarietà: sono questi i principi che hanno ispirato la Rome Half Marathon VIA PACIS”, evento promosso da Roma Capitale e dal Pontificio Consiglio della Cultura, Dicastero della Santa Sede, in collaborazione con la FIDAL – Federazione Italiana di Atletica Leggera – con il Patrocinio del CONI e del CIP.

La prima edizione si svolgerà oggi domenica 17 settembre, con partenza alle ore 9 da Piazza San Pietro, e sarà aperta a tutti coloro che, attraverso questa grande manifestazione sportiva popolare vogliono dire No alla violenza, No al razzismo, No alla discriminazione di ogni genere e provenienza. Ecco perché, per le strade della Capitale, correranno donne, uomini, famiglie, anziani, giovani, bambini, sportivi, persone con disabilità ma anche rifugiati, ognuno con il suo pettorale, ognuno con il suo messaggio di pace incentrato sulla frase “io corro perché…”, messaggio che rilascerà, a traguardo raggiunto, in alcune colonne trasparenti che simboleggiano le colonne della pace. Le frasi e le testimonianze raccolte saranno successivamente pubblicate nel libro “Via Pacis”. Cinque le tappe che sottolineeranno la partecipazione delle diverse confessioni religiose: San Pietro, la Sinagoga, la Moschea, la Chiesa Valdese e la Chiesa Ortodossa, in due percorsi podistici dalla distanza equivalente a una mezza maratona di 21,097 Km per la competitiva e di 5 km per la non competitiva. La Rai trasmetterà in differita per un’ora la “Via Pacis” su RAI Sport (dalle 14.15 alle 15.15) con telecronaca di Luigi Di Bella e commento tecnico di Giorgio Rondelli, mentre il programma di Rai1 “A Sua Immagine”, condotto da Lorena Bianchetti, effettuerà alcuni collegamenti in diretta nel corso della gara.

ALLA MEZZA MARATONA SONO ISCRITTI RUNNER DI 43 NAZIONI

Sono 1895 gli iscritti alla mezza maratona di 21,097 chilometri, dei quali il 12% provenienti da 42 nazioni differenti, e i restanti dall’Italia. Il Paese più rappresentato è la Polonia, seguita da Filippine e Germania. Alla non competitiva di 5 chilometri, sono previsti 4.000 partecipanti, tra i quali diversi gruppi di comunità straniere presenti a Roma e delle comunità religiose cristiane, ebraiche, musulmane e valdesi. Anche diversi azzurri della corsa su strada parteciperanno a sostegno dell’evento e per onorare agonisticamente la prima edizione.

Nella mezza maratona ci saranno Federica dal Ri, Fatma Maraoui, Sara Brogiato, Francesco Bona, Eyob Ghebrehiwet Faniel, Liberato Pellecchia e Manuel Cominotto e il marciatore azzurro Marco De Luca. In gara, inoltre, ci saranno diversi atleti nordafricani di valore, pronti a sfidarsi per salire sul podio. Tra questi, spiccano gli eritrei Haji Hamed Suleman e Robel Sibhatu Yemane, la ruandese Clementina Mukandanga, e i keniani Hosea Kisorio Kimeli, Paul Tiongik, Sammy Kipngetich, Julius Rono, Samson Kagia, Gideon Kurgat, Daniel Ngeno, e le keniane Ivyne Jeruto Lagat, Ruth Wakabu e Vivian Kemboi.

Alla 5 chilometri, invece, parteciperanno il bronzo della 20 chilometri di marcia di Londra 2017 Antonella Palmisano e i due marciatori azzurri Francesco Fortunato e Massimo Stano. Anche il presidente della Fidal Alfio Giomi correrà la non competitiva. Il 17 settembre, dunque, migliaia di persone si uniranno correndo a Roma per lanciare un messaggio di pace e fratellanza.

Il Santo Padre saluterà i partecipanti all’arrivo in Piazza San Pietro.

 

I LUOGHI SIMBOLO DEL PERCORSO: SAN PIETRO, MOSCHEA, SINAGOGA, CHIESA VALDESE E CHIESA ORTODOSSA

. La partenza è fissata in Piazza San Pietro, con la Basilica alle spalle dei corridori, poi ci si immerge nei Lungotevere, dai Fiorentini ai Pierleoni, passando davanti la Sinagoga fino ad entrare nel cuore della Roma Imperiale: Piazza Bocca della Verità, via dei Cerchi, dove si lambisce la Chiesa Ortodossa, via Di San Gregorio, Piazza del Colosseo e via dei Fori Imperiali. Poi si passa per il centro storico, Piazza della Madonna di Loreto, Piazza Venezia, via del Corso, Piazza Augusto Imperatore e Passeggiata di Ripetta tornando sui Lungotevere da Arnaldo da Brescia a Flaminio. Ci si immerge nel quartiere Flaminio e nel Villaggio Olimpico, si transita davanti la Moschea e si entra successivamente nel Parco del Foro Italico passando davanti la sede del Coni. Da lì si torna sui Lungotevere fino ad entrare nel quartiere Prati, passando davanti la Chiesa Valdese di Piazza Cavour, e da via della Traspontina si entra in via della Conciliazione fino all’arrivo. Sotto l’aspetto prettamente tecnico, il tracciato non è particolarmente difficile sul piano altimetrico e i tratti di strada con i sampietrini sono soltanto due: Via della Conciliazione e la parte che va da Via dei Cerchi a Piazza Venezia. La mezza maratona, sarà valida come 1° Campionato Italiano Forense e come prova unica sulla mezza maratona del Campionato AIA Referee Run. La non competitiva di 5 chilometri, invece, partirà alle 9.20 sempre da Piazza San Pietro, poi si svilupperà sui Lungotevere dai Fiorentini ai Pierleoni, si entrerà nel centro storico da via del Teatro Marcello, si passerà per Piazza Venezia, Piazza del Gesù, Largo di Torre Argentina, Corso Vittorio Emanuele II e si arriverà in via San Pio X.