Malta, morta la giornalista e blogger anticorruzione Daphne Caruana Galizia

0
375
blogger anticorruzione

Malta – La blogger uccisa da un’esplosione mentre era nella sua auto. Il suo ultimo post termina così: “Ci sono criminali ovunque si guardi adesso, la situazione è disperata”.

«Se le parole sono perle, il silenzio vale di più». Una mattina, Daphne Caruana Galizia se l’era trovato scritto sul muro di casa. E s’era spaventata, sapendo che certe parole sono pallottole e certi silenzi eterni. Non s’era abituata alle intimidazioni, per quante ne avesse ricevute: nel 2006, le avevano bruciato l’auto per un articolo sulla corruzione; a febbraio, per una cerimonia di governo, le fecero sapere che la sua presenza non era gradita; quindici giorni fa, esasperata, aveva denunciato minacce di morte. La polizia non l’aveva messa sotto scorta. E ieri pomeriggio Galizia, 53 anni, già cronista di punta del quotidiano d’opposizione Malta Independent, pochi minuti dopo aver aggiornato il suo blog Running Commentary, ha salutato i figli, è uscita dalla casa di Mosta, è salita sulla Peugeot 108 che aveva noleggiato ed è saltata in aria. Un’esplosione azionata da un telecomando, così forte da sbalzare la macchina di qualche metro. E lasciare Galizia carbonizzata, al volante.