Il bullismo può creare problemi in età adulta?

0
827
Q uante volte hai sentito dire che davanti ad un atto di bullismo bisogna agire in maniera tempestiva e non si deve far finta di nulla? I motivi sono molti, a partire dal fatto che chi subisce queste azioni vive situazioni che possono compromettere, anche gravemente, la salute sia fisica che psichica. Oggi però gli studiosi potrebbero aver confermato quello che si temeva da molto tempo, e cioè che le conseguenze si possono avvertire anche nel medio e lungo periodo.

Anche quando si diventa adulti, quindi dopo aver vissuto altre esperienze che dovrebbero formare il carattere di una persona e aiutare a dimenticare, la ferita di quegli spiacevoli eventi continua a ad avere conseguenze anche molto importanti.

Stiamo parlando di persone che manifestano le problemi anche a 40 anni e, forse con un po’ di sorpresa, queste conseguenze sono visibili anche sui chi commette atti di bullismo e su chi è spettatore. Insomma, le conseguenze sono nefaste e nessuno beneficia di queste fenomeno che fin troppe volte viene sottovalutato e, in fin dei conti non è altro che una forma di razzismo presente nella nostra società.

Conseguenze fisiche

Anche se sembra strano, subire atti di bullismo comporta anche gravi conseguenze fisiche come effetto di una somatizzazione difficile da smaltire. Spesso le vittime, quando si trovano a vivere da adulti situazioni che riportano alla mente gli episodi vissuti, accusano stipsi, dolori addominali, diarrea e cosi via. Ad ogni modo le conseguenze più devastanti sono probabilmente quelle psicologiche.

Conseguenze psicologiche

Il fatto che le vittime di bullismo soffrono di carenza di autostima non è una grande sorpresa e, forse potevi avevi anche il sospetto che molti vivono una profonda insicurezza che li porta a svalutare se stessi.

Ad ogni modo, questa è solo una delle conseguenze che si verificano perché le vittime, anche dopo molti anni, corrono un forte rischio di cadere in depressione, di dover sopportare alti livelli di stress e disturbi del sonno.

Se poi consideriamo i casi più estremi dove alcuni disturbi d’ansia possono portare addirittura a pensieri suicidi, è facile capire quanto il  bullismo possa essere distruttivo. Eppure i problemi continuano, perché queste conseguenze si ripercuotono nella vita di tutti i giorni.

Ripercussioni nella vita degli adulti

Gli studi che hanno portato alla luce queste conseguenze del bullismo nella vita degli adulti, si sono spinti oltre e hanno dimostrato che tutti i disagi vissuti (e che continuano a vivere) le vittime, si riflettono nella vita affettiva e lavorativa.

Infatti, chi ha subito atti di bullismo ha difficoltà ad instaurare relazioni interpersonali ma anche a trovare lavoro e a raggiungere un’istruzione superiore alla media. Insomma, la qualità della vita di queste persone è mediamente inferiore rispetto ai loro coetanei.

Qual è la soluzione?

La soluzione migliore è di agire tempestivamente quando si verificano questi fenomeni perché, se è vero che le conseguenze si protraggono per molti anni, sembra che gli episodi sporadici si possono superare con relativa facilità. I consigli sono quindi sempre gli stessi:

  • Fare attenzione ai segnali. Spesso chi è vittima di bullismo diventa più silenzioso, introverso e tende ad escludere gli amici
  • Non sottovalutare il fenomeno e agire tempestivamente.
  • Attenzione al cyberbullismo. A volte è anche più distruttivo delle forme tradizionali di bullismo.

E tu hai vissuto esperienze che possono confermare o smentire questi studi? Spero di leggere una tua risposta fra i commenti.